sabato 31 agosto 2013

I miei Cartamodelli: nuova rivista di cucito in edicola!

Ciao carissime,
Prima di qualsiasi altra cosa grazie davvero a tutte per i complimenti e l'incoraggiamento che mi avete dato con i commenti all'ultimo post: siete davvero speciali, fate bene al cuore!

Oggi vi parlo di una nuova rivista per sarte che ho trovato ieri in edicola.

Si tratta de "I miei cartamodelli", ovvero la versione italiana della rivista spagnola "Patrones", di cui sul forum ho sempre sentito dire meraviglie! Per questo siamo tutte molto contente che questa rivista sia finalmente uscita anche in Italia!

La rivista costa € 4,90, quindi non si discosta dagli altri mensili del settore.
Questa la copertina del primo numero:


I modelli presentati sono classici, sportivi, sbarazzini e attuali, ci sono tre look completi per i bimbi e una camicia e un giaccone destinati alle taglie forti: mi piacciono particolarmente i modelli proposti nella prima e nella terza fila di foto!


Potete trovare esempi di look completi, come in questo caso: cucendo camicia, pantalone e giacca potrete ricreare l'intero look


Mi piace anche il fatto che molti modelli siano fotografati nei dettagli, così quello che non appare nella foto principale o nel disegno tecnico compare invece in una seconda foto: qui per esempio l'accento è posto sui dettagli del polsino della camicia e della manica della giacca


In questa foto potete vedere come questa casacca, pur nella sua semplicità, risulti elegante grazie al dettaglio del pizzo sul collo. Inoltre potete vedere come vestono i pantaloni grazie al motivo di pieghe sciolte sul davanti e potete osservare il particolare delle tasche, sia inserite che applicate


Qui ancora il particolare delle ruches intorno al collo della blusa e del cinturino con passanti e della patta nonché delle tasche per quel che riguarda la gonna:


Ancora rifinitura della scollatura, piegoline e pinces dietro per un'altra delle bluse proposte:


Il foglio dei tracciati è, a mio avviso, fatto molto bene: i fogli sono grandi, vengono proposti cinque modelli per foglio disegnati con colori diversi. In cima a ogni foglio trovate una legenda in cui per ogni colore è indicato il numero del modello, così che lo possiate trovare sia sulla foto che nelle pagine delle spiegazioni e il numero dei pezzi che compongono il modello.
Lo so, visto in piccolo sembra una carta nautica con tutte le rotte tracciate ma vi assicuro che invece è molto chiaro e comprensibilissimo!


Infine le taglie: finalmente taglie per noi donne mediterranee col fisico a clessidra! I modelli sono proposti sul foglio tracciati in tre taglie: 40, 44 e 48. Per le taglie 42 e 46 bisogna disegnare una linea intermedia tra quella tracciata per le taglie immediatamente precedente e successiva (esempio: per la taglia 42 disegnare una linea intermedia tra quelle della taglia 40 e 44).
Le taglie forti vanno dalla 50 alla 58. Anche in questo caso la 52 e la 56 dovranno essere disegnate dall'interessata.


All'interno della rivista troverete le istruzioni su come prendere le misure e un dizionario visuale dei termini usati in sartoria: in questo numero per esempio si spiega cos'è un collo con solino e di quali parti si compone, i vari tipi di tasche o di pieghe, il tutto accompagnato dalle relative illustrazioni.

Particolari di non poco conto sono le dimensioni della rivista e la grammatura della carta: la rivista è più grande e la carta più consistente rispetto a quella di altre riviste appartenenti alla stessa categoria e questo la rende particolarmente piacevole da sfogliare.

Ora veniamo alle note dolenti: secondo me la rivista è pensata per chi comunque ha già delle basi di cucito.
Non esiste una scuola di cucito che spieghi ad esempio come inserire una zip o come fare una tasca profilata (questo in Burda lo trovate sempre, su La mia Boutique trovate addirittura di più).
Non c'è un modello spiegato passo passo con illustrazioni (anche questo lo trovate sempre in Burda, ne La mia Boutique invece manca).
Non esiste una legenda che vi dica quali sono i capi più semplici o più difficili da realizzare: è vero, si specifica da quanti pezzi è composto il capo ma non è detto che un capo che si compone di pochi pezzi sia più semplice se poi i pezzi vanno prima lavorati, per esempio per ottenere delle pieghe o un drappeggio, e se il tessuto da utilizzare per la riuscita del modello è per sua natura più complesso da maneggiare.

Non voglio però che questo vi faccia desistere dall'acquistare la rivista se siete interessate: ricordate che in questo blog, nei blog di altre amiche che amano il cucito e nel forum let's sew trovate sempre qualcuna di noi che sarà felice di darvi una mano!

Un bacio e a presto,



P.S.: che ne dite della nuova firma? Ci prendiamo il tempo per abituarci al cambiamento, poi passerò a Piera... e basta!

24 commenti:

  1. MAmma mia come sono contenta che sia uscita la versione italiana di Patrones! Adoro quella rivista...ho cucito dei modelli tratti da Patrones ed hanno secondo me anche una grande vestibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me invece è la prima volta ma promette molto bene! Mi piacciono praticamente tutti i modelli, Non ho più l'età e il fisico per indossare le gonne corte ma anche quelle sono molto carine e ricche di dettagli!

      Elimina
  2. grazie per la tua recensione, non sapevo di questa nuova rivista che cercherò.......complimenti per la tua foto e piacere di ri-conoscerti.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la recensione! Avevo già deciso di comprare questa rivista (finalmente Patrones anche in Italia!), ma dopo il tuo post sono ancora più convinta!
    Giuliana
    P.S. Che bello vederti in viso: sei proprio una bella donna!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliana!
      Hai anche tu un blog? Non riesco a trovarti col profilo blogger, se ce l'hai e mi dai l'indirizzo vengo a farti visita!
      Buon week end,
      Piera

      Elimina
    2. No, non ho un blog. Ma frequento let's sew... A presto :)

      Elimina
  4. grazie è una recensione bellissima!! mi hai davvero incuriosita!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Chiara! Secondo me la rivista merita, poi tu le basi le hai quindi non si sono problemi per te!

      Elimina
  5. Anche questa volta sei una fonte preziosa di informazioni!!!! Comprerò sicuramente la nuova rivista perchè mi incuriosisce parecchio!!!
    Buon fine settimana
    Federica

    RispondiElimina
  6. questo tipo di cucito mi manca, non l'ho mai fatto, forse per timore, ma mi piacerebbe, vorrei infatti fare uno di quei corsi serali che fanno nella mia citta' per iniziare, sarebbe bello farsi delle cose da sole

    RispondiElimina
  7. lo comprerò anch'io,grazie Piera!!!!

    RispondiElimina
  8. Grazie Piera, non vado da un po in edicola, ma ci andrò per questa rivista perché i modelli sono proprio di mio gusto!

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo Patrones e non conosco questa... e in effetti è passato un sacco dal mio ultimo acquisto di un Burda o simili!
    Da come la descrivi e dalle foto sembra davvero fatta bene, peccato per le pecche...
    Grazie per la recensione!!
    MammaNene @ SergerPepper.blogspot.it

    PS: bella la firma "di transizione!"

    RispondiElimina
  10. Non credo di essere ancora abbastanza brava per questa rivista. Magari tra qualche annetto mi ci butterò, ma per ora preferisco essere guidata sia nella scelta del modello, in base alla difficoltà, sia da eventuali scuole di cucito che possono sostituire, almeno in parte la mia "autodidattica". Certo è che se dovessi imbattermi casulamente, in un'edicola, con la rivista, farò molta fatica a trattenermi dall'acquistarla... Grazie per la recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Iesabel, le spiegazioni carenti sono quelle basilari, tipo mettere il tessuto dritto contro dritto prima di cucire le varie parti che compongono il modello. Per chi è alle prime armi può diventare più complesso seguire le istruzioni ma tu non hai di questi problemi, sei bravissima!

      Elimina
  11. Bentrovata, vedo per la prima volta la tua foto, sei una bella donna. Sto pensando anch'io di presentarmi di persona, ma ho ancora alcune remore. A presto e buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabri! Si fa un po' fatica a uscire allo scoperto ma col senno di poi mi dispiace non averlo fatto prima, inoltre mi sembra di avervi ancora più vicino!

      Elimina
  12. Qualcuno sa dove si possa trovare a Roma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sto chiedendo alle amiche romane ma mi confermano che anche loro hanno fatto fatica a trovarla perché gli edicolanti o non la conoscevano o ne avevano solo una o due copie.
      Se hai un edicolante di fiducia che possa fartela arrivare ti do i riferimenti:
      "Editore Litografica s.r.l. Castano Primo (MI); distributore per l'Italia SO.DI.P. Angelo Patuzzi s.p.a. Cinisello Balsamo (MI), tel 02/66030400 fax 02/66030269"
      Spero possano esserti di aiuto!

      Elimina
    2. Rettifico, notizia dell'ultimo secondo: "appena comprato edicola zona piazza sempione-montesacro!"
      Fammi sapere se riuscirai a trovarla, a questo punto sono curiosa!

      Elimina
  13. Quanto mi piacerebbe realizzare cose di questo genereee!!
    Complimenti, sei davvero bravissima!!


    Io ho un blog di cucina..
    Vieni a trovarmi se ti va ;)
    http://dolcezzeedelizie.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Ciao! Complimenti x il blog!! L'ho trovato cercando informazioni sulla rivista" i miei cartamodello". Ho anche io un blog se vuoi puoi visitarlo: mybgbgmy.blogspot.it
    Ciao!!!!!

    RispondiElimina
  15. Capito qui per caso facendo ricerca di riviste sul cucito....bella recensione e grazie per il consiglio!

    RispondiElimina

Grazie per il tempo prezioso che vorrete dedicare a lasciarmi un pensiero: i vostri commenti, oltre che molto graditi, mi saranno di aiuto per crescere nel mio percorso creativo!

Thanks for the precious time you will devote to leave a thought:: your comments, as well as very welcome, will help me in my creative journey!