mercoledì 7 maggio 2014

What I love - seconda puntata

Ciao,

Eccomi alla seconda settimana del percorso proposto da Manu: oggi parliamo di scienza e bambini!

Nonostante un amore sconfinato per le materie umanistiche, tanto che avrei preferito passare le notti impegnata in versioni dal greco antico, la mia formazione è scientifica.

E anche se gli studi successivi alla maturità scientifica mi hanno portato su percorsi diversi, rimane il desiderio di informarmi e sperimentare.
Spesso mi trovo a navigare in internet alla ricerca di situazioni giocose e allo stesso tempo istruttive da proporre a Niccolò che, tra l'altro, da grande vuole fare lo scienziato "Perché Peter Parker e il Dr. House sono due grandi scienziati e salvano le persone!!!"
Pensiero bellissimo e bellissimo il fatto che a quattro anni e mezzo sapesse compitare perfettamente "colonna vertebrale"... Basta sorvolare sulla domanda "Mamma, perché il Dr. House vuole sempre il Vicodin?"

Tornando ai nostri esperimenti scientifici, abbiamo ricreato la pioggia in una pentola, fatto ballare l'uvetta nell'acqua minerale e fatto galleggiare una graffetta per poi farla affondare toccando l'acqua con la punta di uno stizzicadenti bagnata nel sapone liquido.

Recentemente è riemerso in mio figlio il desiderio di giocare con lo "slime", così gli ho proposto di creare insieme un fluido non newtoniano in cui imprigionare Spiderman, Michelangelo e Donatello.




Se anche voi volete divertirvi con i vostri bambini la ricetta è semplice: amido di mais, acqua e alcune gocce di tempera per colorare il composto. Miscelate in un contenitore un dito di acqua con la tempera e poi aggiungete gradualmente l'amido di mais, stemperando per non formare grumi, fino a quando avrete ottenuto un composto che si presenti appena un po' più denso rispetto allo yogurt. Dove sta la magia? Prendete un po' di composto e cominciate a schiacciarlo tra le dita o a girarlo tra i palmi delle mani come a formare una pallina: agite velocemente e noterete che avrete fra le mani una pasta modellabile... Ma appena vi fermerete il composto tornerà fluido e colerà dalle vostre mani di nuovo nella ciotola. Un esempio filmato di quello che vi sto raccontando lo trovate qui.
Noi ci siamo divertiti per un'oretta buona!
Poi ho proposto a Niccolò questo filmato su RAIscienze : ovviamente non ha resistito e lo ha guardato tutto!

E a voi piace fare esperimenti scientifici con i vostri bambini? Se sì raccontatemeli, li proverò sicuramente!

Per chi si fosse sintonizzato oggi lascio il link al primo post con gli indirizzi di tutte le creative coinvolte!

Un bacione e a presto,

Piera